I tuoi occhi

Una tra le cose che preferisco fare quando indosso la divisa grigioverde è parlare alle persone cercando di trasmettere con passione il poco che conosco . Credo sia doveroso ricordare che il nostro benessere, per noi scontato, sia in realtà il frutto dei grandi sacrifici fatti dalle generazioni che ci hanno preceduto. In questo senso l’invito a presentarci alle scolaresche è uno dei migliori che possiamo ricevere. Loro rappresentano il nostro futuro, e dobbiamo in ogni modo sforzarci di donar loro quel piccolo o grande patrimonio di conoscenza che permetta di mantenere viva la memoria. Capita però che i ruoli si invertano e chi deve dare in realtà riceve… a me è capitato una mattina di fine ottobre quando ho incrociato i tuoi occhi. Il male è sempre cattivo, ma quando colpisce chi inizia ad affacciarsi alla vita, diventa davvero intollerabile… mi hanno detto che sei una combattente e non ti arrenderai, quando ti ho stretto la mano ho sentito la tua forza. Non so se leggerai  mai queste righe ma le ho scritte con il cuore e i suoi messaggi, spesso, seguono traiettorie inaspettate. Tra le cose che terrò dentro me per riscaldare i corti giorni del mio inverno, se avrò il tempo di vederlo, ci saranno i tuoi occhi.